Come vi ho già detto nel post precedente, il 17 Agosto partirò per Budapest dove passerò le ultime 2 settimane di vacanze estive prima di trasferirmi a Milano.

Ho iniziato quindi a buttare giù qualche idea riguardo l’itinerario e, anche se non ho ancora deciso le date esatte, questo sarà approssimativamente il piano del viaggio.

Il mio arrivo è previsto verso le ore 20 perciò, inevitabilmente le prime notti le passerò direttamente nella capitale.
Questo non sarà un viaggio sponsorizzato quindi vi mostrerò anche i miei criteri alla base della scelta dell’hotel.

Il primo ostello che ho scelto è il Full Moon Design Hostel, l’ ostello che si trova sopra al Morrison’s 2 nella quartiere numero 5.
Le motivazioni per cui andrò in questa struttura nonostante i prezzi siano decisamente più alti sono parecchie:
Posizione: vicino alla fermata del tram che opera 24/7, a pochi minuti dalla metro e vicino all’isola Margherita
Nostalgia: è qui che ho alloggiato le prime 2 settimane di erasmus mentre cercavo casa e ho dei ricordi bellissimi.
Morrison’s 2: ti danno un bracciale per entrare gratuitamente tutti i giorni al pub sotto casa che è strapieno nei weekend. Inoltre per entrare non dovrete fare la fila, basta fare vedere il braccialetto.

Dopo circa 4 notti al Full Moon Design, prenderò un autobus con direzione Timisoara, una città universitaria situata nella parte occidentale della Romania. La città in sé non è grandissima, infatti conta circa 300mila abitanti, ma sta guadagnando popolarità soprattutto grazie alle numerose offerte di WizzAir. Dall’Italia un biglietto lo potete trovare a circa 20/30€ a tratta.
Mi sono informato un pò online e la maggior parte dei visitatori consiglia di dedicare massimo un paio di giorni a questa città e così farò anche io. Non ho ancora scelto l’ostello ma su Booking.com ce ne sono alcuni veramente carini da €8/9 a notte. Uno che mi ha colpito soprattutto per la posizione centrale è questo.

Prima di tornare a Budapest però, farò un salto anche a Belgrado che si trova a circa 2 ore di navetta da Timisoara. La capitale della Serbia non è molto visitata dagli italiani soprattutto perchè manca un volo low cost diretto e risulta un pò scomoda da raggiungere. L’unico modo per raggiungerla sarebbe arrivare a Timisoara e, da lì, prendere una navetta che in genere ha un costo di €10/15 a tratta. È possibile anche viaggiare in treno ma è decisamente meno conveniente in termini di tempo e comodità. Non essendoci un treno diretto, dovreste scendere a Vrsac, una città della Romania vicino al confine, e da lì prendere un altro treno.

Una cosa che mi ha sorpreso positivamente sono i prezzi degli hotel a Belgrado che sono incredibilmente bassi! Un ostello con punteggio 7,7 su Booking in pieno centro per 3 notti costa soltanto €18!

Gli ultimi giorni invece li passerò tutti in Ungheria: dormirò a Budapest e visiterò le città vicine in giornata.
Sto valutando diversi itinerari ma soltanto quando sarò sul posto deciderò dove andare.

Le opzioni sono:
A) Szentendre: una a cittadina pittoresca che si trova a soli 20km dalla capitale

B)Heviz e Siofok: il primo è il lago termale naturale più grande al mondo, l’altra è una città sul lago Balaton frequentatissima nei mesi estivi

C) Sopron e Gyor:  due antiche città vicino al confine con Austria (Sopron) e Slovacchia (Gyor).

D) Debrecen, Eger e Holloko: Debrecen è la seconda città dell’Ungheria per popolazione con circa 200mila abitanti ed si trova ad Est vicino al confine con la Romania. Eger invece si trova a nord in una zona prettamente collinare ed è famosa per 4 cose:  il suo imponente castello, il vino, le terme e il Museo dei Beatles. Infine Holloko è un piccolo paesino di 500 abitanti che è stato inserito dall’UNESCO nei patrimoni dell’umanità.

Terme Egerszalóki Sódomb

E) Pecs: una città a sud del paese ricca di monumenti storici. Fu anche nominata capitale della cultura europea nel 2010.

F) Bokod e Szentkirályszabadja: un villaggio galleggiante e una ghost town vicino a Veszprém